Convalidato l'arresto dei due giovani albanesi sorpresi e bloccati dai carabinieri della locale stazione mentre cedevano, dietro compenso di denaro, la droga a un quarantunenne e a un trentasettenne di Ferentino. Il ventenne e il ventunenne, difesi dall'avvocato Marco Maietta, sono stati rimessi in libertà.

L'operazione dei carabinieri è scattata giovedì nel centro storico. I militari, nel corso di un mirato servizio teso a contrastare il fenomeno dello spaccio e consumo di sostanze stupefacenti, hanno arrestato in flagranza di reato, per "detenzione ai fini spaccio di sostanze stupefacenti" i due giovani di origine albanese domiciliati a Ferentino e incensurati.

I militari hanno sorpreso i due ragazzi mentre spacciavano. Trovati anche con la somma contante di euro 720 ritenuta provento dell'attività illecita, oltre al quantitativo di circa 3 grammi di cocaina, suddivisa in 7 dosi.