Continua lo stato di preoccupazione inerente il diffondersi del Coronavirus (FARMACIE PRESE D'ASSALTO E NEGOZI CINESI CHIUSI, LEGGI QUI). Proprio in questo momento, nel comune di Frosinone, il sindaco Nicola Ottaviani ha ritenuto opportuno convocare un vertice per fare il punto della situazione e prendere, eventualmente, delle misure precauzionali.

Questo in virtù delle due vicende che hanno interessato la Ciociaria: prima l'episodio che ha visto un pullman di turisti cinesi diretto a Cassino e fermato sull'A1 dopo essere entrato in contatto con le due persone contagiate a Roma, poi il caso sospetto nel capuogo della studentessa cinese che ha accusato sintomi tipici del coronavirus e che è stata trasferita dallo Spaziani di Frosinone allo Spallanzani di Roma per gli accertamenti dovuti. Accertamenti di cui, molto probabilmente, si saprà l'esito nel briefing di domani a mezzogiorno.

Intanto l'Accademia delle Belle Arti, frequentata dalla ragazza, è stata chiusa a scopo cautelativo (PER I PARTICOLARI LEGGI QUI). Particolare che ha fatto crescere il timore, è stato il viaggio in Cina della giovane poco più che ventenne, appena tornata in Ciociaria. A questo punto i casi da valutare salgono a tre, compreso l'ultimo di un bambino di Sora portato anch'egli a Roma (CORSA IN OSPEDALE PER IL PICCOLO, LEGGI QUI).