Accusato di diverse rapine commesse a Firenze nel 2010. Antonio Verdicchio, 61 anni, di Frosinone ma domiciliato a Ferentino, dai domiciliari torna in carcere.

Nel pomeriggio di martedì a Ferentino, i carabinieri della locale stazione hanno arrestato il sessantunenne, già noto per reati contro la persona ed il patrimonio, in esecuzione di uno specifico ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Sorveglianza di Frosinone. Dopo le formalità di rito, l'uomo è stato accompagnato nella Casa circondariale di Frosinone dove dovrà espiare una pena di 18 anni, 8 mesi e 20 giorni di reclusione.

Cumulo di pene di diciotto anni per i quali deve scontare ancora cinque anni. Verdicchio, difeso dagli avvocati Tonino Nobile e Calogero Nobile, era ai domiciliari per motivi di salute. L'altro ieri l'esecuzione di uno specifico ordine di carcerazione e per l'uomo si sono aperte le porte del carcere.