Riprenderanno a breve i lavori per il parcheggio di Porta San Francesco. Lo rende noto l'assessore ai lavori pubblici Elisabetta Cirillo ("Alatri Unita"). «È in corso l'affidamento per la funzionalizzazione del piano superiore all'impresa che si è aggiudicata la gara - dichiara l'esponente della giunta - Dopo la gara di appalto presso l'amministrazione provinciale che si è chiusa con l'aggiudicazione, va avanti l'iter burocratico (richiesta di documentazione, certificato antimafia, controlli). Finiti questi passaggi si può passare alla stipula del contratto che è già in fase di preparazione».

E dei lavori veri e propri? «Riguardano il parcheggio a raso e proprio sul suo completamento ci stiamo concentrando, per l'apertura. Per l'inizio dell'intervento comunque ci vorrà circa un mese». Lo stesso assessore ricostruisce la storia dell'impianto: «Il parcheggio di Porta San Francesco è un progetto iniziato nel 2003 dal sindaco Morini che, con tenacia, lo ha portato avanti nonostante si sia dimostrato un lavoro travagliato.

Dall'approvazione preliminare si va avanti con le autorizzazioni (soprattutto quelle delle Soprintendenze). L'iter si ferma nel 2009 quando l'amministrazione di allora decide di modificare il progetto. Nel 2011 la giunta Morini riprende il progetto iniziale e ne fa ripartire l'iter autorizzativo.

A seguito di saggi archeologici nel 2015 vengono rinvenute sepolture di epoca romana e per salvaguardarle vengono predisposte alcune varianti d'opera. Le autorizzazioni, invece, vengono ottenute nel 2016. Quindi partono i lavori di costruzione della struttura, già terminati. Ora, con le economie ricavate dai lavori conclusi si è potuto procedere all'affidamento in questione che consentirà l'utilizzo da subito del piano a raso per un totale di 28 posti auto».