La segnalazione giunta ell'Aliquota Radiomobile della Compagnia di Pontecorvo riguardava un uomo a terra, forse colto da malore. All'arrivo dei carabinieri, però, la situazione è apparsa differente: l'uomo era a terra sì, ma ubriaco. Non solo.
Il trentunenne marocchino, domiciliato a Piedimonte già noto per reati contro il patrimonio e la persona ha letteralmente dato in escandescenze quando i carabinieri della Stazione di Aquino hanno cercato di soccorrerlo: minacce e parole forti. Poi calci e pugni sferrati con violenza.

Dopo una breve colluttazione, i militari che hanno riportato lievi traumi guaribili in pochi giorni sono riusciti a bloccarlo e ad arrestarlo. Dai successivi accertamenti sarebbe poi emerso che il trentunenne non era nuovo a questi comportamenti, avendo già precedenti per rissa e lesioni. Attesa la fissazione dell'udienza.