I ladri tornano a far visita alle famiglie di Sora. Dopo l'arresto, la scorsa settimana, di una coppia intenta a rubare nelle auto parcheggiate in località Ponte Olmo, ad entrare nel mirino dei malviventi una casa alla periferia della città volsca.

I ladri, complice il buio dello scorso sabato sera, si sono intrufolati in un'abitazione di Canale Mancini. Fortunatamente in casa non c'era nessuno, i coniugi erano usciti per trascorrere la serata fuori, ma una volta rientrati hanno trovato la spiacevole sorpresa. Dei ladri erano entrati dentro casa. Poi la coppia ha trovata le camere devastate: cassetti aperti e vestiti a terra, ma per fortuna ai cagnolini dei proprietari non è stato fatto del male.

Il bottino portato via non è da poco. Oltre al denaro contante e ai gioielli i malviventi, entrati dentro casa forzando una porta finestra, si sono portati via un computer, una macchina fotografica, contenente foto che immortalavano ricordi di una vita, giacche di marca e profumi. Quello che ferisce maggiormente è il danno emotivo che i topi d'appartamento lasciano in chi è vittima di tali situazioni, perché viene lesa l'intimità della famiglia.

Su quanto accaduto stanno investigando le forze dell'ordine. Purtroppo non è il solo caso, se pensiamo alla fine dello scorso anno quando, quasi ogni sera, i ladri svaligiavano gli appartamenti e le persone erano esasperate, non dormivano e parecchie erano state le manifestazioni organizzate da gruppi spontanei di cittadini che chiedevano più controlli e l'installazione di telecamere in città in punti strategici. Oggi quelle richieste restano attuali.