Una parola fuori luogo davanti a un bicchiere di troppo. Nulla, almeno per il momento, in grado di giustificare tanta violenza. Invece, proprio al termine di una normale giornata di lavoro, l'aggressione fuori da un locale, lo stesso frequentato dalla coppia e dalla vittima: botte da orbi e minacce prima della rapina. Nel portafogli sottratto con violenza, poco meno di 70 euro.

L'aggressione è avvenuta a Salsomaggiore Terme, dove il giovane un trentenne di Pontecorvo lavorava come stagionale. A picchiarlo sono stati due stranieri: una ventenne rumena (già nota per falsificazione e possesso di documenti falsi) e un trentatreenne tunisino, ora nei guai. La denuncia formalizzata a dicembre scorso ha permesso ai militari guidati dal capitano Tamara Nicolai di identificare i soggetti ritenuti gli autori dell'aggressione sfociata in rapina.

In base ai riscontri investigativi, infatti, la coppia aveva avuto dissidi personali con la vittima che già in precedenza era stato minacciato telefonicamente da entrambi. Poi, forse al culmine di una discussione,la violenza:quattro i giorni di prognosi stabiliti dai medici nei confronti del pontecorvese subito dopo il raid. I due stranieri sono stati denunciati per rapina, minaccia e lesioni personali in concorso.