Soldi per ottimizzare lo status attuale della scuola dell'infanzia di San Lucio già a disposizione nelle casse comunali. Ben 198 mila euro. Un finanziamento regionale ricevuto grazie alla validità del progetto presentato nel maggio dello scorso anno aggiudicandosi il terzo posto. Questo investimento permetterà di eseguire interventi di adeguamento tecnico ed impiantistico, di efficientamento energetico e di messa in sicurezza per tutto lo stabile.

«A novembre si è chiusa la gara d'appalto e successivamente è stata individuata la ditta aggiudicataria. Ad oggi non resta che concludere qualche passaggio burocratico e completare la definizione della documentazione ufficiale; molto presto potremmo dare il via ai lavori per il plesso di San Lucio».

Così il vicesindaco e assessore ai lavori pubblici e all'urbanistica Benvenuto Fabrizi ha commentato l'iter progettuale. Un primo traguardo che vuole essere l'anticipazione di altre progettazioni per i prossimi anni, come quelle per i plessi di scuola materna di Valle Ariana e Santa Liberata, rivolte alla cura e al miglioramento delle strutture scolastiche. Il bando regionale prevede infatti un finanziamento singolo per annualità così gli altri due progetti, seppur meritevoli, dovranno attendere per la fase di realizzazione.

Nel frattempo sull'onda dell'efficientamento energetico, è partita la sostituzione delle armature a supporto della pubblica illuminazione nel centro storico. Con un contributo ministeriale di 70 mila euro, sarà convertita tutta la vecchia illuminazione alogena con quella a LED. Gli interventi iniziali si sono concentrati nel centro storico, più nello specifico nei pressi della stazione dei carabinieri, ma proseguiranno sull'intera estensione comunale. Le prossime sostituzioni, infatti, interesseranno le arterie provinciali con snodi vicino ai luoghi di culto.