La morte della giovane Ilaria Lai ha ricordato tragicamente a tutti quanto sia pericoloso quel tratto della strada regionale 82, proprio di fronte al santuario di Sant'Eleuterio. Pericolo che ora l'Astral pare pronta ad affrontare con una serie di interventi per aumentare la sicurezza in quel punto: via l'attuale aiuola spartitraffico, ingresso unico alla piazza, un guard-rail e nuova segnaletica.

La decisione è giunta dopo il sopralluogo sollecitato dal sindaco di Arce Luigi Germani che mercoledì scorso, insieme all'assessore ai lavori pubblici Sisto Colantonio, al comandante della polizia locale Giampiero Marzillie al tecnico comunale Enrico Simonelli, ha incontrato il funzionario incaricato dell'Astral Luca Virgulti. Da un primo esame della situazione, è stata ipotizzata la rimozione dell'aiuola spartitraffico e la chiusura dell'accesso alla piazza nel versante di Fontana Liri.

Un unico ingresso consentirebbe infatti una maggiore visibilità sulla curva sia per chi arriva da Arce che per chi si dirige o proviene dal santuario di Sant'Eleuterio. Contestualmente dovrebbe essere prevista l'installazione di un guard-rail a doppia altezza nella parte attualmente occupata dallo spartitraffico e dal secondo accesso alla piazza. Naturalmente l'intervento prevederà una nuova segnaletica orizzontale e verticale per richiamare l'attenzione al rispetto del limite di velocità che in quel tratto è di 50 chilometri orari.

L'ipotesi di installare dei dossi artificiali per imitare la velocità dei veicoli sarebbe stata esclusa in quanto, per la particolarità del tratto in questione, potrebbe rappresentare un ulteriore elemento di pericolo e addirittura favorire lo sbandamento e l'uscita di strada dei veicoli in transito. Ora l'amministrazione comunale, su indicazione dei responsabili della Sezione strade, dovrà presentare un progetto di attuazione degli interventi concordati il quale dovrà ricevere il nullaosta dell'Astral prima dell'effettiva esecuzione dei lavori.