Ancora una discarica a cielo aperto, doppio intervento dei carabinieri Cufaa e degli ambientalisti. L'ennesimo scempio è stato scoperto a Sant'Elia.

«I carabinieri del Comando Unità Forestale Ambientale e Agroalimentare di Ceccano (Cufaa) insieme all'unità Uav dell'Associazione Nazionale Sanità Militare, a Fare Verde e all'Anpana hanno individuato e posto sotto stretta osservazione una zona dove sono frequenti gli sversamenti di rifiuti speciali e non solo tra coltivazioni di olive» hanno sottolineato gli attivisti. La scoperta effettuata giovedì pomeriggio ha permesso di delimitare una zona utilizzata come discarica di materiale di differente tipo, tra cui non si esclude scarti di lavorazione di officine, carrozzerie e altre attività.

Un'area che ora è diventata "sorvegliata speciale". Nei prossimi giorni sono state annunciate altre attività a contrasto dello smaltimento illegale di rifiuti.
«Esprimiamo, ancora una volta, ai carabinieri  Cufaa gratitudine per il lavoro svolto in questi mesi per assicurare ai cittadini un ambiente più salubre» hanno dichiarato gli attivisti.