Ora scatta la stretta sui furbetti del tesserino. Questo, in buona sostanza, quanto emerso ieri nel vertice che si è tenuto in Comune con la società che da lunedì scorso gestisce il servizio dei parcheggi a pagamento. Due le novità sostanziali. La prima riguarda tutti e certamente non dispiacerà: le sanzioni degli ausiliari del traffico non scatteranno dal 20 gennaio, come previsto all'inizio, ma sono posticipate al primo febbraio. Per quel che riguarda i disabili nei prossimi due mesi le prime due ore saranno gratuite nelle strisce blu, attivabile con disco orario.

«I prossimi due mesi saranno infatti utilizzati per verificare l'autenticità dei 2.000 permessi oggi presenti perché è chiaro che 2.000 permessi in una città di 36.000 abitanti è un numero enorme» spiega il sindaco Enzo Salera. Che sempre per quel che riguarda i disabili dice: «Per i prossimi due mesi la zona B sarà accessibile per i disabili con abbonamento».
E il primo cittadino poi puntualizza: «Come annunciato nei giorni scorsi, insieme ai consiglieri comunali Edilio Terranova, Bruno Galasso, Gino Ranaldi e Arianna Volante abbiamo incontrato la società Publiparking per fare un punto dopo questi primi giorni di sperimentazione nella città di Cassino rispetto al servizio delle strisce blu. All'incontro, era presente anche il nuovo comandante della Polizia Municipale di Cassino Giuseppe Nunziata e la dottoressa Maria Cristina Tubaro che nel corso dei giorni scorsi aveva segnalato delle problematiche concrete, in particolare per il parcheggio dei disabili. Come amministrazione abbiamo richiesto alla società gestore dei parcheggi che si ponessero in atto, da subito, tutte le iniziative possibili per risolvere le problematiche che sono emerse nei giorni scorsi, sempre rispettando quella che è l'impostazione del codice della strada e il rispetto delle leggi. Verrà dunque fatta ora una verifica puntuale per due mesi delle presenze dei tagliandi nelle strisce blu da parte della polizia municipale e degli ausiliari ma va precisato che gli stalli per disabili sono aumentati da 71 fino a 108 per permettere ad un maggior numero di disabili di poter parcheggiare negli spazi appositi».

Infine, altra novità che riguarda tutti, nel corso del vertice si è deciso che dalle 8 alle 14 del giorno di sabato, giorno di mercato, la zona intorno all'area parcheggio di piazza Miranda, sarà parcheggio libero, come lo era nella vecchia gestione. «È inutile sottolineare - conclude il primo cittadino - che saremo quotidianamente a disposizione dei cittadini per gestire questo passaggio delicato della nostra città con un cambiamento importanti delle abitudini, ma siamo anche soddisfatti di questo lavoro tra società civile, amministrazione e società gestore, per un migliore servizi ai cittadini, con una attenzione particolare a quelli svantaggiati».

Opposizioni all'attacco
Nonostante le rassicurazioni del sindaco, le opposizioni vanno all'attacco e chiedono chiarimenti. Sabato mattina i consiglieri Fontana, Petrarcone e Mignanelli terranno una conferenza stampa ad hoc in Comune. Mentre dalla Lega si leva la voce del consigliere Franco Evangelista. Il capogruppo del Carroccio argomenta: «La gara è stata aggiudicata a settembre 2019. Quando è stato preparato il bando non c'era ancora la sentenza di Cassazione di ottobre 2019 numero 24936 che permetterebbe ai disabili di parcheggiare sulle strisce blu in assenza di stalli liberi. Ma nel bando fatto da noi al punto 2.4 si prevedevano posti per diversamente abili come previsto dal codice della strada.
Quindi, prima della sentenza in Cassazione ottobre 2019. Ora basta fare proclami in tv, sui giornali e sui social. È ora di fare concretamente. L'assessore Alifuoco insieme al sindaco pensano di amministrare ancora con lo specchietto retrovisore, ma non è così che funziona».
Quindi il consigliere della Lega mette in guardia l'amministrazione: «La città ha votato voi come persone perbene per ridare uno slancio diverso a Cassino e non produrre solo inutili polemiche».