L'accoglienza, il coraggio, il valore del rispetto, della legalità, la tutela per l'ambiente, sono alcuni insegnamenti che custodiscono come uno scrigno prezioso gli studenti della scuola "Simone Cola" del comprensivo Ferentino 1. Insegnamenti che hanno tradotto ieri, dandoci il loro benvenuto, in note e parole. Un'accoglienza eccellente dei bambini che sono protagonisti anche quest'anno dell'album dei tesori, dedicato alla natura, alle meraviglie del Basso Lazio.

A fare gli onori di casa la dirigente, dottoressa Angela Marone, la quale ci ha accompagnato, durante la diretta Facebook sulla nostra pagina di Ciociaria Oggi, nella struttura scolastica. La dirigente e il corpo docente per il secondo anno consecutivo hanno aderito al progetto Sit, scuola informazione e territorio, ritenendo valido il fine dell'iniziativa.

Far conoscere alle future generazioni le bellezze del territorio in cui vivono e quelle della provincia di Latina. Presente con noi ieri anche Mauro Carlino, il direttore della filiale di Ferentino della Banca Popolare del Frusinate. Il presidente della Bpf, Domenico Polselli, anche quest'anno sostiene la nostra iniziativa dando la possibilità agli studenti di comprendere l'importanza del risparmio con il conto 44 gatti. Il conto "44 gatti" è un libretto di deposito a risparmio dedicato a tutti i bambini da 0 a 12 anni che porta nell'incredibile mondo di 44 gatti in compagnia degli amici Lampo, Milady, Pilou e Polpetta. Il conto "44 gatti" aiuta a comprendere il valore del risparmio, dell'amicizia, della solidarietà senza dimenticare il divertimento e l'allegria.

Un'opportunità, come detto, riproposta anche quest'anno con l'album dei tesori a cui ha aderito anche il comprensivo Ferentino 1 . E sono tanti altri i progetti e i laboratori che vedono coinvolti gli alunni grazie all'ampia offerta formativa proposta e attuata anche grazie al lavoro di maestre che «portano in classe un valore aggiunto, del sorriso - ha sottolineato la dottoressa Marone - dell'allegria, dell'imparare divertendosi.

Un istituto che punta molto alla valorizzazione delle arti, delle lingue straniere, della musica, dello sport, dei linguaggi trasversali - ha aggiunto la dirigente - affinché l'apprendimento sia un apprendimento diverso, sereno, rispettoso dei ritmi del bambino». Imperdibile ieri la visita anche nell'angolo biblioteca dove siamo stati accolti da alcuni alunni i quali, attraverso le loro parole, ci hanno fatto comprendere il loro amore per la lettura. Tappa poi nel laboratorio multimediale con le nuove tecnologie a supporto dell'apprendimento, dove la didattica si unisce alla modernità.