Arriva nella sala d'attesa del Pronto soccorso dell'ospedale di Alatri e infastidisce i presenti che dovevano essere visitati. Poi si introduce all'interno della struttura e danneggia una porta dell'ambulatorio.

Si scaglia con calci e pugni anche contro i carabinieri, intervenuti dopo essere stati contattati dal personale medico. Arrestato un nigeriano di 24 anni, senza fissa dimora, per resistenza, violenza e lesioni a pubblico nonché danneggiamento aggravato su edifici pubblici. È quanto accaduto nella notte tra sabato e domenica nella struttura sanitaria.

La ricostruzione
I militari sono stati contattati l'altro ieri notte. Un giovane, stando alle accuse, stava creando il panico al Pronto soccorso dell'ospedale "San Benedetto" e una volta all'interno della sala d'attesa ha infastidito i presenti che dovevano essere visitati. Successivamente si è introdotto all'interno e ha iniziato a colpire una porta dell'ambulatorio danneggiandola.

All'arrivo dei carabinieri, allertati dal personale sanitario, si è lanciato contro gli stessi colpendoli con calci e pugni. I militari operanti sono riusciti, con non poche difficoltà, a bloccare il ragazzo. Una volta bloccato lo hanno accompagnarlo nel Comando Compagnia di Alatri.

Dopo le formalità di rito il ventiquattrenne, in Italia senza fissa dimora, è stato tradotto nelle camere di sicurezza in attesa del rito direttissimo. Il nigeriano deve rispondere, come detto, dell'accusa di resistenza, violenza e lesioni a pubblico nonché danneggiamento aggravato su edifici pubblici.