Bruno Scittarelli torna in libertà. L'ex sindaco si trovava ai domiciliari dal 21 dicembre scorso. Il giudice Di Croce ha accettato l'istanza presentata il 30 dicembre dagli avvocati Sandro Salera e Paolo Marandola, legali rappresentanti di Scittarelli, che contestualmente avevano depositato l'appello al Riesame.

Ai domiciliari sono finiti anche i coniugi Katia Risi e Paolo Aristipini e Luca Imondi. La misura nei confronti degli indagati era scattata a dicembre per non aver rispettato le prescrizioni del giudice (tra cui il divieto di esercitare l'attività imprenditoriale) dopo l'inchiesta "Welcome to Italy" sulla gestione degli immigrati.

LEGGI ANCHE: Scittarelli incastrato dai messaggi whatsApp

La difesa ha evidenziato come Scittarelli già da tempo avrebbe dismesso l'attività imprenditoriale, trasferito gli ospiti che si trovavano nelle strutture, disdetto utenze e contratti di locazioni, tutte azione che dimostrano la chiusura dell'attività imprenditoriale e non la sua prosecuzione.