Il Comune prova a vendere i primi due gioielli di famiglia. Ieri, l'amministrazione Morini ha reso nota la pubblicazione di un avviso emesso dal settore V urbanistico-edilizio e che concerne la vendita di due immobili mediante asta pubblica con il metodo del massimo rialzo sul prezzo a base di gara. Si tratta di due locali "storici", entrambi ubicati nel centro storico: il primo è l'ex Enal-Bar Davide, indicato come "Locale per attività produttive con sala bar, retro bar, wc, sala biliardo, due sale, ripostiglio, locale deposito e corte esclusiva.

L'immobile ha un doppio ingresso su scalinata: in via Circonvallazione ein Viale Duca D'Aosta"; il secondo è il ristorante-pizzeria "La Conca" in Via Roma, indicato come "Locale per attività produttiva–ristorante, cucina e corte esclusiva esterna con pergolato e ripostiglio, wc al piano ammezzato, primo piano sottostrada, locale commerciale con ripostiglio". Il prezzo per il primo è di 314mila euro e 657,81 euro, mentre per il secondo è di 317mila e 630,78 euro. Nell'avviso viene anche precisato che "La procedura è mediante offerta segreta pari o in aumento rispetto al prezzo base. Sono escluse le offerte di importo inferiore al prezzo iniziale".

Altra precisazione in coda, con dati importanti per gli eventuali investitori interessati: "Entrambi gli immobili sono stati realizzati anteriormente all'anno 1967 e non sono dotati del certificato di agibilità, si vendono nello stato di fatto e di diritto in cui attualmente si trovano e si rende notoche nelladeterminazionedel prezzo è tenuto conto di tutte le condizioni manutentive degli stessi". Il Comune spera di incassare la somma totale (superiore ai 620mila euro come prezzo base, ndr)o anchepiù alta,immettendo quel denaro fresco in cassa necessario per tenere i conti in ordine dopo aver approvato, nel settembre 2017, il piano di riequilibrio finanziario. Vedremo se ci saranno offerte d'acquisto.