Accusato di truffa nel settore del fotovoltaico, assolto dopo sette anni perché il fatto non sussiste. Una contestazione da oltre un milione di euro, quella mossa a un imprenditore di Cervaro - Antonello Ieffi, vittima del 2013 in un brutale pestaggio: vicenda in cui venne coinvolta anche Tamara Pisnoli, ex moglie del calciatore De Rossi - assistito dall'avvocato Andrea Coletta. L'imprenditore originario di Cervaro era stato accusato di aver presentato una falsa scrittura privata per consentire una volutura che avrebbe permesso - poi - di attivare un finanziamento milionario per un impianto fotovoltaico.

C'è voluta una battaglia legale molto feroce per dimostrare che il passaggio della voltura nei confronti di un'altra società era stato concordato con gli imprenditori che poi hanno sporto denuncia contro Ieffi: all'imputato non è rimasto altro che presentare - intanto - nei loro confronti una denuncia per calunnia.

In favore dell'imprenditore di Cervaro, molte testimonianze che hanno spiegato la sua posizione: la nuova voltura si era resa necessaria ai fini dell'erogazione degli incentivi sulla base dell'autorizzazione contestata. Documento finito sotto la lente. Complessa la ricostruzione documentale dei fatti. Accolte le tesi dell'avvocato Coletta, l'imputato è stato accolto.