La farmacia comunale ha riaperto al pubblico. La data del licenziamento dei lavoratori è slittata al 31 gennaio, come indicato dalla proroga tecnica del consiglio comunale. Ieri pomeriggio, dopo che tutte le carte bollate erano sulle giuste scrivanie, alle 16 i dipendenti e il farmacista hanno varcato l'uscio dell'attività e sono stati emessi i primi scontrini 2020. Tanti i clienti della farmacia di via Piemonte che hanno gradito la riapertura di un servizio che è stato chiuso fino alla mattinata di ieri. Il cartello posto giovedì scorso per segnalare la chiusura aveva spiazzato i cittadini. «Pensavamo fosse chiusa per ferie fino al 16 gennaio come ci era sembrato di capire - ha detto una cliente -. Meglio così perché in città si diceva che non avrebbe riaperto più».

In realtà in discussione per mesi è stata posta la sola gestione del servizio: dopo il consiglio comunale del 23 dicembre scorso, la squadra De Donatis dettando la linea, ha optato dalla gestione pubblico-privata all'in-house, diventando quindi un ramo della società ambiente Surl. E ieri, a indossare di nuovo il suo camice bianco e salutare la clientela con il sorriso, c'era anche il dottor Vincenzo Manetta che durante l'ultimo consiglio d'amministrazione di sabato scorso aveva presentato le dimissioni irrevocabili da consigliere di amministrazione e amministratore delegato della farmacia comunale.

Sembrerebbe proprio che Manetta si senta pronto a fare una conferenza stampa nei prossimi giorni. Sicuramente il farmacista, con il supporto del suo legale, vorrà riavvolgere il nastro della vicenda che lo vede coinvolto e spiegare la sua posizione e i passi compiuti. Si ricordi che il sindaco Roberto De Donatis, dopo essersi scambiato a suon di pec comunicazioni con il socio privato e non solo, ha denunciato il farmacista accusandolo di interruzione di pubblico esercizio. Certo è che il prossimo importante appuntamento è per sabato 11 gennaio quando, alla presenza del notaio, si riunirà l'assemblea dei soci in cui verranno formalizzati gli atti per la liquidazione.