«Attenzione. Il 7 gennaio 2020 le lezioni riprendono normalmente in tutti i plessi». Recita così l'avviso pubblicato il 6 gennaio sul sito dell'Istituto comprensivo Frosinone 1. Dopo la devastazione dell'Aldo Moro, prima delle vacanze di Natale, con chiusura forzosa del plesso, ieri le lezioni sarebbero dovute riprendere regolarmente. Così non è stato: colpa del freddo causato da un guasto all'impianto di riscaldamento. Ma ieri mattina, sempre per problemi legati alle aule gelide, anche i ragazzi del Brunelleschi-Da Vinci se ne sono tornati a casa in attesa che l'impianto andasse a regime, cosa che è avvenuta solo intorno alle 11.

I problemi maggiori hanno interessato un'ala del plesso Aldo Moro, in particolare quella che ospita le scuole elementari. Fatto sta che i genitori, alla spicciolata, si sono presentati a scuola per andare a riprendere i più piccoli. «Abbiamo ordinato il pezzo nuovo, si tratta di un circolatore spiegava ieri sera l'assessore comunale alle Manutenzioni Fabio Tagliaferri Eppure fino ai giorni precedenti il riscaldamento l'avevamo provato e aveva funzionato». Il circolatore arriverà oggi, per cui la riparazione comporta che anche oggi le aule resteranno al freddo.

In serata, dopo un'intesa tra scuola e Comune, l'assessorato ai Lavori pubblici ha fatto sapere che «per manutenzione straordinaria» oggi «le lezioni presso la scuola secondaria Aldo Moro e la primaria Lago Maggiore sono sospese.
Gli uffici e il plesso infanzia Miele sono aperti». Situazione analoga, seppur risolta nella tarda mattinata di ieri, all'istituto d'istruzione Brunelleschi-Da Vinci. Peraltro, nella scuola di via Piave era previsto un incontro con il sottosegretario all'Istruzione Giuseppe De Cristofaro per un evento organizzato dalla Filcams che si è svolto al freddo (vedi altro servizio in pagina). Secondo quanto accertato dai tecnici della Provincia la caldaia è andata in blocco e così i termosifoni sono rimasti spenti. Solo dopo l'intervento del tecnico, verso le 11, il normale funzionamento è stato ripristinato. Ma i ragazzi erano già andati via.