Dolore, sgomento, incredulità, rabbia, commozione: tanti i sentimenti che si sono alternati da ieri non appena appresa la notizia della morte di Romano Mizzoni, il 33enne di Boville Ernica che da molti anni lavorava presso il Conad di via Chiappitto ad Alatri, del quale grazie alle sue qualità e capacità era diventato direttore. Sentimenti che ancora di più oggi hanno albergato nel cuore dei tanti parenti, amici, colleghi e conoscenti che hanno seguito in vario modo l'ultimo viaggio terreno dello sfortunato giovane. 

Il feretro di Romano è partito intorno alle 14.30 dall'obitorio dell'ospedale "San Benedetto" di Alatri, dove la salma si trovava dalla sera del primo gennaio: il 33enne, come scritto ieri, ha accusato un gravissimo malore nella serata di Capodanno mentre era a casa della fidanzata, residente in una zona di campagna di Alatri. Immediato il trasferimento al "San Benedetto" dove però il direttore Conad è deceduto, nonostante il gran prodigarsi dei medici, alle 0.30 della notte del 2 gennaio. 

LEGGI ANCHE: Così è morto il direttore Conad Romano Mizzoni

Purtroppo, il malore non ha dato scampo al giovane, lasciando nello sconforto più totale tutti coloro che lo conoscevano ed amavano. Tanto è vero che da ieri sono stati centinaia i messaggi di cordoglio e le testimonianze di affetto e vicinanza alla famiglia, così come i ricordi, che sono stati pubblicati sui social, e non solo. 

LEGGI ANCHE: Striscioni per l'ultimo saluto all'amato Romano Mizzoni

Subito dopo aver lasciato l'obitorio del "San Benedetto", il corteo funebre ha imboccato via Aldo Moro, fermandosi poche centinaia di metri più avanti, di fronte all'ingresso del parcheggio del Conad (rimasto chiuso per lutto dalle 13 alle 14.30) dove Romano lavorava (e il destino ha voluto che trovasse la morte proprio a due passi dal suo tanto amato luogo di lavoro). Qui decine di colleghi lo attendevano, gli occhi lucidi e stretti in un abbraccio simbolico al loro direttore, con in mano palloncini bianchi che hanno fatto volare in cielo quando il carro funebre si è fermato davanti a loro.

Quindi, un lungo applauso ha accompagnato Romano mentre il corteo riprendeva la sua marcia verso Boville. Qui, nella chiesa di Santa Liberata, davvero troppo piccola per accogliere le centinaia di persone accorse per l'ultimo saluto al 33enne, si sono svolti i funerali. Toccanti le parole del sacerdote e toccanti i ricordi dei tanti presenti. Infine, il feretro si è diretto verso il cimitero per la sepoltura. 

Si svolgeranno oggi alle 15, nella chiesa di Santa Liberata a Boville Ernica, i funerali di Romano Mizzoni, il 33enne direttore del Conad di via Chiappitto, ad Alatri. Il giovane ha accusato un malore nella sera di Capodanno mentre era a casa dalla fidanzata, ad Alatri. Immediata la corsa al pronto soccorso dell'ospedale di Alatri, dove Romano, nonostante il gran prodigarsi dei medici, è morto a mezzanotte e mezza del 2 gennaio. 

Grande il dolore dei familiari, degli amici, dei colleghi, tutti increduli e sgomenti dinanzi ad una morte tanto improvvisa quanto impossibile da accettare. E stamattina nel Conad di via Chiappitto si respirava un'aria di immensa tristezza, con i colleghi del 33enne che si aggiravano tra gli scaffali, nei vari reparti e alle casse con occhi smarriti e gli occhi lucidi. All'esterno della struttura commerciale due striscioni, bianchi con scritte celesti, ai quali i colleghi di Romano hanno affidato i loro messaggi di affetto per un ragazzo da tutti amato e stimato, gran lavoratore e sempre con il sorriso sulle labbra.

Gli striscioni sono stati posizionati in modo da poter "salutare" il passaggio del feretro che intorno alle 13.30 partirà dall'obitorio dell'ospedale di Alatri, distante poche centinaia di metri dal Conad, per dirigersi verso la chiesa di Santa Liberata a Boville, dove il giovane risiedeva: qui alle 15 si svolgeranno i funerali, ai quali è prevista una massiccia presenza di parenti e amici di un ragazzo da tutti descritto come solare, innamorato della vita e disponibile con tutti.

Nell'occasione, in segno di lutto e per garantire ai dipendenti la possibilità di "salutare" il loro amato collega nel momento del passaggio dinanzi al punto vendita, il Conad di via Chiappitto resterà chiuso dalle 13 alle 14.30. 

LEGGI ANCHE: Direttore Conad stroncato da malore a Capodanno
LEGGI ANCHE: Morte Romano Mizzoni, fissati i funerali

di: La Redazione

È stata fissata la data dei funerali di Romano Mizzoni, 33 anni, morto alle 00.30 di questa notte presso l'ospedale San Benedetto di Alatri. Ricordiamo che il giovane è deceduto in seguito ad un malore. Le esequie avranno luogo domani, venerdì 3 gennaio presso la chiesa di S. Liberata di Boville Ernica, paese di residenza di Romano, alle 15.00. 

di: La Redazione

Una tragedia che lascia sconvolte e attonite due comunità: è morto un giovane di 32 anni appena compiuti, Romano Mizzoni. Il ragazzo, residente a Boville Ernica era molto conosciuto anche ad Alatri dove esercitava la professione di direttore del Conad della sede di via Chiappitto. Il giovane, nella sera di Capodanno, si trovava a casa della fidanzata, sempre ad Alatri, dove ha accusato un malore tra la paura e l'allarme dei presenti. Subito la corsa in ospedale, al San Benedetto dove è stato immediatamente ricoverato e sottoposto alle cure del caso. 

Purtroppo, nonostante il gran prodigarsi dei medici, Romano non ce l'ha fatta e, dopo qualche ora, il suo cuore ha smesso di battere. Adesso la salma si trova presso l'obitorio della struttura ospedaliera alatrense. La notizia della morte di Mizzoni ha lasciato attoniti famigliari, amici, colleghi. Se ne va un pezzo delle loro vite, un instancabile lavoratore che lascerà un vuoto incolmabile per i tanti che lo conoscevano. Adesso si attende che venga fissata la data dei funerali per rendere l'ultimo saluto ad un giovane amato e stimato da molti.

di: La Redazione