Si abbassa i pantaloni e si masturba in piazza Santa Restituta davanti a due bariste. È accaduto ieri mattina nel centro di Sora, intorno alle 7. A quell'ora di domenica, nel pieno delle festività e a tre giorni dall'inizio del nuovo anno, il fatto ha lasciato di stucco l'intera cittadinanza. La notizia ha fatto subito il giro del web perché una delle due donne ha pubblicato un post shock sul suo profilo, lanciando un appello soprattutto alle giovanissime.

La descrizione è stata agghiacciante e ha riportato l'esatta dinamica di minuti angoscianti per le due donne: «Attenzione ragazze - si legge nel post - gira per Sora un pervertito. Poco più di mezz'ora fa un tizio con un passamontagna nero, giubbotto nero e zainetto grigio ha eiaculato bussando al vetro del locale per attirare l'attenzione mia e della mia collega, lasciandoci un "ricordino" fuori dal locale. Siamo sconvolte e senza parole per questo schifo».

Non sono tardati ad arrivare i messaggi di sdegno del popolo social, che ha condannato l'autore del vergognoso gesto. Le due bariste del locale sito in pieno centro, hanno allertato le forze dell'ordine. Sono giunti sul posto i carabinieri della Compagnia sorana, che hanno raccolto alcune testimonianze. Purtroppo, nessuna telecamera è riuscita a inquadrare la scena avvenuta davanti alla vetrata del bar che si affaccia su via Quinto Valerio. Le due dipendenti non sono riuscite a riconoscere l'uomo e neppure a capirne l'età, dato che era a volto coperto.

Quindi, è facile supporre che le sue intenzioni fossero premeditate e che volesse compiere quel gesto indecente proprio ieri in pieno centro. Inoltre, nessuno avrebbe visto nulla, in quel momento non c'erano clienti nel locale.

Ma poco distante si stava svolgendo il mercato del giovedì mattina che, data la concomitanza con il giorno di Santo Stefano, il Comune ha spostato alla prima domenica utile, ieri appunto. Fatto sta che, oltre allo sdegno e al ribrezzo delle due donne e dell'intera comunità, le malcapitate hanno sporto denuncia. In città, però, adesso si chiede la massima attenzione, perché secondo voci che circolano sul web, non sarebbe la prima volta che un incappucciato si denuda tra i vicoli di Sora.