Proseguono senza interruzione i servizi preventivi programmati e disposti dal Comando Provinciale Carabinieri di Frosinone, nel territorio di competenza, tesi sia a contrastare la commissione dei reati in genere (in particolare nel prevenire la commissione reati predatori) che al fine di garantire sempre più maggiori standard di sicurezza ai cittadini, soprattutto in questo periodo di festività natalizie.

Difatti, tale attività preventiva, attuata da tutte le articolazioni operative dei Comandi Compagnie dipendenti, ha permesso nel pomeriggio di ieri, in Ceccano, ai militari della Stazione di Ripi, coadiuvati dal personale del locale Comando Arma, di trarre in arresto M.A. di 23 anni e M.P. di 27 anni, (rispettivamente residenti a Ceccano e Ferentino e già gravati da vicende penali per reati contro il patrimonio), poiché colti nella flagranza del reato di "furto".

I militari operanti, nel corso dell'attività preventiva in argomento venivano informati dalla Centrale Operativa che in Ceccano, presso una palazzina in costruzione ed in via di completamento, era stata segnalata poco prima la presenza di alcune persone sospette tanto da far supporre che stessero per compiere qualche reato.

Gli operanti giunti immediatamente sul luogo, intercettavano e bloccavano due malviventi mentre tentavano di dileguarsi, ancora con la refurtiva in mano, asportata dalla predetta palazzina e consistente prevalentemente in "materiale termoidraulico e rubinetteria". Il materiale rivenuto, del valore di svariate centinaia di euro, veniva riconsegnato ai proprietari della struttura, mentre gli arrestati, ad espletate formalità di rito e così come disposto dalla competente Autorità giudiziaria, venivano trattenuti presso le camere di sicurezza del Comando Compagnia di Frosinone in attesa dell'udienza del rito direttissimo che verrà svolta nella giornata di domani.