Tante fiammelle per ricordarla. Si è svolta ieri pomeriggio la fiaccolata per ricordare Ilaria Lai, la ventiseienne deceduta nell'incidente avvenuto alle 23.30 della vigilia di Natale. Ilaria andava alla messa con suo padre quando la loro auto si è scontrata con quella di un giovane di Colli. Una tragedia che ha scosso due comunità, quella di Fontana Liri dove Ilaria viveva con la sua famiglia e quella di Arce dov'è avvenuto l'incidente.

E a testimonianza dell'affetto per Ilaria sono state numerose le espressioni di conforto indirizzate ai suoi familiari, anche se nessuna parola è in grado di lenire un dolore così straziante. Tanti cittadini, soprattutto giovani, si sono ritrovati nella piazza di Sant'Eleuterio, il santo al quale Ilaria era molto devota, per stringersi attorno alla famiglia Lai: al padre Maurizio (ancora ricoverato all'ospedale di Sora), alla mamma Isabella e al fratello Davide.

Una folla commossa si è radunata in preghiera per prendere parte al momento religioso celebrato da padre Ravi dopo la fiaccolata, a significare che il sorriso di Ilaria continua a vivere nel cuore di quanti ne conoscevano la generosità e l'altruismo. In prima fila il sindaco di Arce Luigi Germani, insieme al vicesindaco Sara Petrucci e tanti consiglieri comunali di Arce e Fontana Liri.

Il primo cittadino arcese ha ricordato la giovane, salutata con un lungo applauso per il suo impegno nel volontariato. Svolgeva servizio nel consorzio Aipes. A garantire la sicurezza dei partecipanti alla fiaccolata il comandante della polizia locale Giampiero Marzilli e i suoi agenti. Il funerale oggi alle 15 nella chiesa di Santa Barbara, a Fontana Liri. Il sindaco Gianpio Sarracco ha proclamato il lutto cittadino.