I ladri hanno colpito anche durante le feste natalizie e diversi cittadini hanno timore a lasciare le abitazioni incustodite per andare a festeggiare il Capodanno. In tanti hanno scelto di restare a casa, ma il contrasto dell'Arma non si arresta.

Ieri a Ripi banditi si sono intrufolati in un'abitazione ma sono stati sorpresi e sono fuggiti. Intercettati e fermati dai carabinieri. Negli ultimi giorni sono state diverse le abitazioni "visitate" dai malviventi. Sempre a Ripi venerdì un uomo è stato aggredito. Era rientrato prima di cena a casa con la famiglia per il timore che durante la sua assenza i ladri entrassero nell'abitazione.

Ma poco dopo, proprio all'esterno, c'era qualcuno nascosto. Lui è uscito per dare da mangiare ai gatti ed è stato colpito sulla fronte con un tubo dell'acqua e scaraventato a terra. Era accovacciato ed è riuscito a vedere soltanto i piedi di una persona in fuga. Nel frattempo i figli e la moglie si sono accorti di quanto accaduto e lo hanno soccorso. Hanno quindi chiamato i carabinieri per denunciare il fatto. È successo intorno alle 20 di venerdì a Colle Castagno a Ripi.

Il giorno prima i ladri sono entrati in azione in tre abitazioni in via Mandra Cacchiana. Zona presa diverse volte di mira nell'ultimo periodo dai malviventi che hanno fatto razzìa di oro e soldi. «Avevamo saputo dei furti e tentativi avvenuti il giorno precedente nella zona poco distante dalla nostra abitazione - ci racconta l'uomo che è stato colpito e scaraventato a terra da un malvivente - e così abbiamo deciso di rincasare prima. Mentre stavo dando il cibo ai gatti, mi è spuntata avanti una persona, forse temeva che rialzandomi l'avessi potuta vedere in volto, e così mi ha colpito con un tubo e scaraventato a terra.

Tanta è stata la paura soprattutto per i miei figli e mia moglie. Ho ricevuto telefonate di solidarietà da parte di amici e vicini e molti, come me, mi hanno riferito che rinunceranno a trascorrere il Capodanno fuori per paura di ritrovarsi la casa a soqquadro e svaligiata».

Diversi i tentativi e i furti a segno nell'ultimo periodo anche a Torrice. Banditi messi in fuga in località Forcella. Mentre sempre venerdì scorso in via Case De Santis approfittando dell'assenza dei proprietari, dopo le 18, i ladri si sono intrufolati in un'abitazione portando via diversi oggetti in oro e di valore affettivo. Messe anche a soqquadro le stanze.

Gruppi Whatsapp
E come accaduto anche in altri comuni dove si sono registrati furti, sono tanti i cittadini che hanno creato gruppi Whatsapp per segnalare la presenza di malviventi. La paura dei cittadini ovviamente è tanta, cittadini che mai vorrebbero ritrovarsi in casa malviventi, o abitazioni svaligiate. Ma è fondamentale la collaborazione della popolazione. Magari sui social possono intercettare le segnalazioni proprio i malintenzionati.

L'invito, quindi, a collaborare con le forze dell'ordine, ad avere fiducia, ad aiutarle a fermare i delinquenti. Ben vengano, quindi, segnalazioni di auto o persone sospette, ma non in gruppi di whatsapp bensì contattando le forze dell'ordine impegnate a prevenire i reati predatori.