Una serata come tante a ridosso delle festività natalizie. Il parroco stava svolgendo le sue attività quotidiane in chiesa, all'Olivella, con altri fedeli quando all'improvviso hanno sentito dei rumori. Insospettiti sono andati in canonica e si sono trovati faccia a faccia con un malvivente che stava tentando di entrare in sacrestia attraverso una finestra, sarebbe passato addirittura dal tetto. Erano da poco passate le 18, , tanto lo spavento.

L'uomo, poi, sarebbe fuggito in una stradina laterale perdendosi nel buio. Sotto la finestra sono stati trovati diversi arnesi ma, fortunatamente, i malviventi non sono riusciti a portare via nulla o a fare danni.

«Non si può stare più tranquilli nemmeno nella nostra piccola Olivella. Stasera intorno alle 18 circa, in parrocchia si è verificata una scena brutta e che mette ansia e paura. Il parroco si è ritrovato faccia a faccia con un ladro che voleva tentare di entrare in canonica, per poi scappare verso la vicina stradina dietro Rio Secco! Sono state immediatamente allertate le forze dell'ordine» hanno scritto sui social dei residenti. Cose che, purtroppo, capitano anche in chiesa ormai, così come nelle abitazioni.

Tanta la paura. Ma non solo a Sant'Elia. Anche a Cervaro sono state decine le segnalazioni di tentati furti e di avvistamenti sospetti a ridosso delle abitazioni in zona Santa Lucia, Portella, Macerine. I residenti propongono ancora una volta di organizzarsi in ronde. Ma le forse dell'ordine sconsigliano le azioni fai da te, sempre meglio, anche per precauzione e tutela dell'incolumità dei cittadini, e di fondamentale importanza chiedere l'intervento di polizia o carabinieri.

Nella zona di Sant'Angelo un gruppo di uomini avrebbe scavalcato una recinzione e sarebbe stato fermato e messo in fuga solo dalle luci del giardino che avevano i sensori di movimento e che hanno illuminato a giorno l'intero prato. Sale l'allerta tra i cittadini che continuano a tenere monitorate le zone sia in periferia che in centro. Il timore è che i malviventi possano essere armati.