La potenza del fiume Liri spaventa e un intero territorio è in ginocchio. A lavoro operai, vigili del fuoco, amministratori e volontari della protezione civile. "Più di qualche strada allagata in alcuni punti. Il Fibreno esondato nella zona di Ponte Tapino e Ponte Emilio. Sistemati alcuni sacchi di sabbia presso alcune abitazioni più vulnerabili lungo il Fibreno. Sto monitorando, da questa mattina, l'evolversi delle situazioni con la Protezione civile. Siamo comunque in una condizione al limite ma comunque sotto controllo." - ha detto il sindaco di Broccostella.

Allagamenti a Sora in via Baiolardo e nella zona bassa della Selva, ma anche in zona Agnone. Il consigliere Lino Caschera invita la popolazione a segnalare le situazioni di disagio. Anche nella Valle di Comino sono stati riscontrati problemi. A Fontechiari in diversi punti è esondato il Rio (affluente del Fibreno). "Da noi il livello del lago e del fiume è alto, ma ancora ci salviamo." - ha detto il sindaco di Posta Fibreno Adamo Pantano. Situazione sotto controllo e monitorata anche a Casalvieri, dove si registrano degli allagamenti.

Situazione critica nel Sorano a causa delle forti piogge. Aperti i Coc (Centri operativi comunali) di Sora, Pescosolido e Broccostella. A lavoro volontari della protezione civile, forze dell'ordine, vigili del fuoco e macchine comunali per fronteggiare l'emergenza. Strada chiusa in località Selva alta a Sora a causa di una frana che ha interessato la carreggiata. Esondato il fiume Liri in zona Compre e situazione analoga nella Selva bassa di Sora.

"Le criticità dovute al peggioramento del maltempo sono diverse. Sulla strada provinciale Incoronata-Veroli nel tratto denominato Via Portella, uno smottamento importante ha creato un vuoto nel volume sotto la piattaforma stradale per circa metà carreggiata, una volta sul posto si è predisposta l'immediata chiusura della strada e pertanto ci sono problemi di accessibilità in attesa del pronto intervento dei mezzi per un intervento d'urgenza di messa in sicurezza.

In zona Valle Radice si monitora uno smottamento in corso. La zona pianeggiante delle Compre è allagata in diverse zone. Le zone di Tofaro, Agnone e San Domenico sono monitorate in quanto la soglia del livello delle acque è vicina ad una potenziale esondazione. Dalla Conca del Fucino mi hanno informato che le paratie al momento sono chiuse, rimanendo in costante contatto per ogni successiva evoluzione.

In ragione di questo quadro si consiglia vivamente la popolazione ad evitare quanto più possibile di uscire dalle proprie abitazioni in attesa di un quadro meteo in evoluzione positiva previsto nel tardo pomeriggio. Seguiranno aggiornamenti." - ha fatto sapere il sindaco Roberto De Donatis.

Una serie di smottamenti anche nella zona alta di Arpino, due smottamenti in via Pietro Nenni (Vuotti). A Castelliri il sindaco Fabio Abballe fa sapere invece che per ora la situazione è sotto controllo e non sono registrate grandi criticità.

di: Enrica Canale Parola