Maltrattamenti all'asilo di via Zamosch, un difetto di notifica fa saltare l'udienza. Ora slitta tutto al 9 giugno. Nell'udienza di ieri, il giudice avrebbe dovuto decidere se rinviare a giudizio o prosciogliere le maestre di 54 e 63 anni accusate dei presunti maltrattamenti sui bambini. Le due maestre, tornate al lavoro con altre mansioni, erano state sospese dall'insegnamen to per dodici mesi: con una misura interdittiva emessa dal gip Scalera, su richiesta del sostituto procuratore Bulgarini Nomi, erano state allontanate dal ruolo che ricoprivano al momento dell'in chiesta per12 mesi.

A inchiodarle lo ricordiamo le telecamere nascoste, piazzate dagli agenti del Commissariato di Cassino, guidato dal dottor Mascia. Le due maestre imputate saranno difese dagli avvocati Sandro Salera, Paolo Marandola e Marianna Scione.
Future parti offese, i genitori esercenti L'asilo di via Zamosch la potestà sui minori.