Un incontro positivo quello che domenica ha visto riunirsi il coordinamento diocesano delle Confraternite della Diocesi di Anagni- Alatri. All'incontro sono stati presenti tutti i priori e i componenti dei consigli direttivi delle 40 confraternite della diocesi. Ad aprire i lavori don Alberto Ponzi e il segretario diocesano Aldo Fanfarillo.

L'obiettivo è stato approvare lo "Statuto Quadro delle Confraternite della diocesi Anagni-Alatri" alla luce del nuovo "Codice di Diritto Canonico" che sostituisce quello approvato dal vescovo Luigi Belloli. Don Alberto, durante i lavori, ha sottolineato l'importanza dei sacerdoti che guidano le confraternite. Poi dopo aver ripreso alcuni concetti espressi nel messaggio del vescovo Loppa ha anche parlato del momento particolare che le confraternite stanno attraversando.

«Che - ha ricordato - essendo una grande ricchezza della nostra diocesi, vanno tutelate in ogni modo». Inoltre don Alberto ha invitato tutti "all'evangelizzazione, alla presenza più assidua alla messa domenicale, alla carità, al rispetto e a fare più "comunione" all'interno delle proprie realtà". Infine ha fissato per domenica 15 marzo 2020, terza domenica d'avvento, il ritiro spirituale delle confraternite a Torre Cajetani; ad Alatri si svolgerà il 31° raduno delle confraternite della diocesi di Anagni; ad Anzio invece ci sarà il raduno regionale delle confraternite del Lazio.

«Questi confronti con tutti i priori e i consigli direttivi delle confraternite - a detta di Fanfarillo - servono non solo a programmare gli incontri annuali, ma anche a fare un'ampia riflessione sulle nostre realtà. Ed individuare percorsi condivisi all'interno della comunità parrocchiale e diocesana, anche per l'attenta gestione dei beni di cui ogni confraternita è custode nel proprio territorio e per dare ai priori indicazioni sulle vie da seguire in casi come quello della manutenzione dei sacri edifici».