Continua l'azione di controllo sullo spaccio di sostanze stupefacenti da parte della Guardia di Finanza della Compagnia di Formia, che, nell'ultimo fine settimana, ha arrestato un ventenne di Scauri, S.C., trovato in possesso di droga, poco dopo essere sceso dal treno.

Le Fiamme Gialle hanno prima effettuato una perquisizione personale, trovando della sostanza stupefacente negli slip, e poi si sono recati a casa del giovane, dove hanno trovato altra sostanza stupefacente, per complessivi trenta grammi di cocaina e crack. Sempre nel corso della perquisizione i finanzieri hanno trovato anche un bilancino di precisione, materiale per il confezionamento e buste di cellophane, utilizzate per confezionare le dosi.

Sotto la lente dei militari è passata anche l'auto del giovane, nella quale venivano rinvenuti un altro bilancino e materiale per il confezionamento, celato sotto il sedile. Il Pm del Tribunale di Cassino, Chiara D'Orefice, non appena ricevuta la documentazione dalla Finanza, disponeva per il giovane gli arresti domiciliari, dove è rimasto sino a ieri mattina, quando S.C., difeso dall'avvocato Pasquale Cardillo Cupo, è comparso davanti al Gip del Tribunale della città martire, Domenico Di Croce.

L'indagato si è avvalso della facoltà di non rispondere, ma il Gip accoglieva la proposta dell'avvocato Pasquale Cardillo Cupo, il quale aveva richiesto la rimessione in libertà, senza alcuna misura cautelare, in quanto non c'erano le condizioni per adottare provvedimenti restrittivi. Ed infatti il giudice per le indagini preliminari cassinate, ha disposto la scarcerazione del ventenne, sul presupposto che non ci fosse alcun rischio di reiterazione del reato.

Negli ultimi tempi i controlli antidroga effettuati nel sud pontino, ma soprattutto nel territorio del Comune di Minturno, si sono intensificati, come dimostrato dalla serie di arresti e sequestri di droga che hanno effettuato sia la Guardia di finanza che i Carabinieri. Controlli che saranno ulteriormente intensificati nel corso dei prossimi giorni che precedono le festività natalizie.