Si è riunito ieri a Roma, presso la sede dell'Anci, il coordinamento dei Comuni sede di stabilimenti Fca. La riunione è stata promossa da "Città dei Motori", l'associazione – nata sotto l'egida dell'Anci – che riunisce ventisette Comuni italiani a ‘vocazione' motoristica, presieduta dal sindaco di Maranello Luigi Zironi. Hanno partecipato all'incontro sindaci e rappresentanti dei Comuni dove ricadono stabilimenti Fca, dunque anche Gioacchino Ferdinandi. Il primo cittadino di Piedimonte spiega: «Abbiamo apprezzato la recente istituzione presso il Mise del tavolo sulla condizione della filiera automotive, e chiediamo al ministro Patuanelli di esservi inclusi e convocati quanto prima».

La firma con Peugeot in vista della fusione è data per imminente, probabilmente già in settimana. Anche alla luce di ciò i sindaci chiedono un confronto sugli stabilimenti

Le immatricolazioni
Intanto sul fronte delle immatricolazioni, nel parziale annuo, ovvero nel periodo compreso tra gennaio e ottobre, Alfa Romeo ha venduto in Europa un totale di 22.207 unità di Alfa Romeo Stelvio in Europa (il 45% sono state vendute in Italia) registrando un calo percentuale del 15% rispetto ai dati raccolti nello stesso periodo dello scorso anno.

Da inizio anno a fine ottobre Alfa Romeo ha distribuito invece un totale di 9.296 unità di Giulia registrando un calo percentuale del 38% rispetto ai risultati ottenuti nello stesso periodo del 2018. Sempre restando a Cassino, Alfa Romeo ha venduto un totale di 13.660 unità di Alfa Romeo Giulietta registrando un calo percentuale del 44% rispetto ai dati raccolti lo scorso anno.

La mobilitazione
Il Pci, invitando a partecipare tutta la sinistra di opposizione, giovedì 19 dicembre alle 13 all'ingresso 1 del Montaggio, farà volantinaggio e dialogherà con gli operai. «Questa presenza - sottolinea Oreste della Posta, segretario regionale del Pci del Lazio - è il concreto fare dei comunisti, e non è l'unico modo e l'unico momento in cui vogliamo svolgere quel ruolo di solidarietà, di sostegno e di riconquista della rappresentanza sociale e politica dei lavoratori, alla base della ricostruzione del Pci in cui siamo impegnati politicamente e storicamente».