Venerdì mattina a Sora, i militari dell'Aliquota radiomobile della locale Compagnia Carabinieri, hanno denunciato un venticinquenne del posto, già censito per una serie di reati (stupefacenti, furto, rapina, estorsione, resistenza e violenza a pubblico ufficiale e lesioni personali, perché responsabile del reato di "deturpamento e imbrattamento di cose altrui" nonché di "porto ingiustificato di coltello". La pattuglia formata dai militari operanti, nel transitare sul Lungoliri Mazzini, ha notato la presenza del venticinquenne sotto il porticato dell'adiacente Collegiata di Santa Restituta.

Una volta che si sono avvicinati, i militari hanno potuto verificare che il ragazzo aveva appena imbrattato con colori e pennarelli due colonne dell'edificio, pertanto, hanno immediatamente provveduto a bloccarlo e a sottoporlo a perquisizione personale, rinvenendogli addosso un coltello a serramanico della lunghezza complessiva di 19 centimetri e una lama di 10, che è stato prontamente sequestrato, insieme al materiale utilizzato per imbrattare lo stabile. Al termine delle formalità di rito, il giovane è stato deferito alla competente Autorità giudiziaria per entrambi i reati.