Nella giornata di ieri, personale della Polizia di Stato del Commissariato di P.S. di Cassino, in collaborazione con il Servizio Veterinario della A.S.L. e con la Polizia Provinciale del Distaccamento di Cassino, si è recato nella zona del Lungofiume Madonna di Loreto, per verificare la denuncia sporta da un'associazione animalista operante sul territorio circa la presenza di animali, cani e cavalli, tenuti in condizioni non idonee.

La denuncia ha trovato purtroppo riscontro, essendo stati rinvenuti diversi cumuli di rifiuti, costituiti da lamiere, materiali ferrosi e plastici, parti di mobilio ed altro, quantificabili in circa 40 metri cubi, nonché alcune baracche fatiscenti, costituite da tubolari e lamiere, prive di pavimentazione e con la presenza di fango ed escrementi, adibite a ricovero di un cavallo del tipo pony e di alcuni cani.

I responsabili, rintracciati dagli agenti intervenuti, sono stati denunciati in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Cassino, in concorso tra loro, per aver realizzato una discarica abusiva di rifiuti speciali, abuso edilizio per la realizzazione della struttura metallica ancorata al suolo e priva delle prescritte autorizzazioni del Comune di Cassino e maltrattamenti di animali, tenuti in maniera tale da cagionare agli stessi lesioni ed in  condizioni di vita insopportabili per le loro caratteristiche etologiche.

Tutta l'area è stata sottoposta a sequestro e gli animali sono stati recuperati ad affidati ad idonee strutture per garantire il loro benessere.