La farmacia si era trasferita dal centro storico e il Comune aveva fatto ricorso. Ora a porre la parola fine sulla vicenda dando torto al Comune e appoggiando la tesi dei titolari della farmacia è stato il Consiglio di Stato. L'organo di giustizia amministrativa ha respinto il ricorso presentato dal Comune di Morolo sul trasferimento della sede della farmacia Gargani da via Guglielmo Marconi a via Madonna del Piano.

Il Comune aveva fatto ricorso rivendicando la legittimità del diniego, volto ad evitare lo spopolamento del centro storico, i cui abitanti avrebbero difficoltà a raggiungere il nuovo abitato. Il Consiglio di Stato ha però chiuso la vicenda respingendo il ricorso dell'ente.

«Il paventato trasferimento dell'unica sede farmaceutica in un'area più densamente popolata hanno scritto i giudici del Consiglio di Stato e più facilmente raggiungibile, rispondendo all'aspettativa della maggior platea di potenziali consumatori, non risulta comportare né un danno grave ed irreparabile per il diritto alla saluta dell'intera popolazione del Comune interessato, né un pregiudizio per particolari settori della medesima popolazione che il Comune non possa fronteggiare con adeguate misure organizzative e pianificatorie».
Già la sentenza del Tar era stata favorevole alla farmacia