Frontale in via San Francesco nella serata di ieri. Gravissimo un bambino di circa due anni che è stato ricoverato in un ospedale romano. Sul posto sono arrivati gli operatori del 118 per i soccorsi e i carabinieri per stabilire la dinamica dell'incidente.

La ricostruzione
Intorno alle 21 di ieri un forte boato ha squarciato la tranquillità di via San Francesco, nelle vicinanze dello stadio "Popolla" subito dopo il cavalcavia in direzione di Arnara. Spaventoso lo scenario apparso ai residenti che sono subito accorsi in strada dopo aver sentito il rumore delle lamiere.

A scontrarsi, per cause che sono al vaglio dei carabinieri, due auto: una Smart bianca che viaggiava in direzione Ceccano e un'Alfa 159 che percorreva via San Francesco nella direzione opposta. Il bambino di circa due anni, che viaggiava a bordo della Smart insieme alla madre, ha riportato le ferite più gravi. Per lui i medici hanno predisposto il trasferimento in eliambulanza al policlinico "Agostino Gemelli" di Roma dove è ricoverato in prognosi riservata.

Sul posto sono arrivate quattro pattuglie dei carabinieri con il personale medico che ha provveduto a prestare le prime cure al bimbo ferito. La dinamica dello scontro tra la Smart e l'Alfa 159 è al vaglio dei militari intervenuti per i rilievi di rito. Tante le persone che sono arrivate sul posto richiamate anche dall'arrivo dei soccorsi. La strada è stata chiusa per oltre un'ora durante le operazioni di soccorso e di rimozione dei mezzi.