«Nel palazzo della Provincia in qualità di presidente del circolo cittadino Gioventù Nazionale Monte San Giovanni Campano, incontrandomi con il presidente del consiglio provinciale Daniele Maura, ho presentato una richiesta di intervento e controllo per frane e deterioramento del manto stradale sul suolo di Monte San Giovanni Campano». È quanto sottolinea Maria Lucia Belli.

«Precisamente le aree interessate sono due, la strada provinciale 67, una in località Ruirate, zona della frazione della Lucca, l'altra in località le Gotte. Sono frane presenti da anni che inizialmente interessavano solo la collinetta e poi sono andate a coinvolgere anche le strade, portando a una loro riduzione e al transito alternato di auto».

Il presidente del circolo cittadino di GN aggiunge che «Tutto ciò risulta essere pericoloso e causa di eventuali incidenti. Con le recenti piogge la situazione non è rassicurante in quanto anche in zona Poldo-Laoria solo quindici giorni fa è venuta giù una parte proficua di collinetta». Belli ha avuto un incontro con l'ingegnere Secondini «Grazie all'interessamento del presidente Daniele Maura, che ringrazio per la sua disponibilità, ho avuto un colloquio con l'ingegnere capo Secondini, descrivendo la situazione e come è possibile intervenire; mi è stato riferito che l'ente provincia si sta attivando ma dal comune non sono giunte richieste di intervento o di un eventuale sostegno economico».