È morta l'altra notte Maria Antonietta Cannavacciuolo, politica e amministratrice comunale di lungo corso, storica esponente della destra sociale arcese. Da tempo lottava contro una grave malattia che ha combattuto con grande forza e dignità.

La Cannavacciuolo è stata un'esponente politica molto attiva, nota sia a livello locale che nazionale. Militante e dirigente di Alleanza nazionale, ha ricoperto importanti incarichi per il partito. È stata assessore e consigliere comunale per molti anni. Al suo nome sono legate le più grandi battaglie politiche del territorio dell'ultimo trentennio.

La sua fermezza le è valsa gli appellativi di pasionaria, lady di ferro, signora del no. È stata tra le prime donne in giunta. Tante le attestazioni di cordoglio giunte ai familiari della Cannavacciuolo, madre dell'attuale vicesindaco Sara Petrucci. «Se ne va un pezzo di storia della nostra città», ha commentato desolato il sindaco Luigi Germani. Il funerale si svolgerà oggi alle 15 nella chiesa dei Santi Pietro e Paolo.