Nuovi furti, nuovi colpi e la paura tra la gente torna a salire. Una escalation che sta investendo tutto il territorio del Cassinate e negli ultimi giorni ha riguardato anche la città di Pontecorvo. Ultimo episodio in ordine di tempo, quello denunciato sui social da un cittadino che ha raccontato di ladri in azione nel rione Pastine. Poche parole, affidate a Facebook, ma che hanno acceso una forte discussione con la paura sempre crescente da parte dei cittadini.

Un'escalation
L'allerta era già nata nei giorni scorsi quando alcuni ladri avevano colpito nella vicina Caprile (frazione di Roccasecca) per poi darsi alla fuga disperata finita nei pressi del cimitero di Pontecorvo. Proprio lì hanno fatto perdere le loro tracce dileguandosi. Ma in quegli attimi la paura tra la gente è stato fortissima, con continue richieste di aggiornamento su ciò che stesse accadendo. Episodio isolato? Sembrerebbe di no. Le segnalazioni di nuovi colpi o di bande in azioni sono ormai all'ordine del giorno. E proprio in queste ore sono state molte le segnalazioni di ladri in azione nel rione Pastine.

Un semplice post sui social network che ha raccolto moltissimi commenti di persone che hanno voluto testimoniare il proprio caso. Impegnati in prima linea ci sono gli uomini dell'Arma impegnati in continui controlli del territorio che riguardano non solo la città di Pontecorvo, ma anche tutti gli altri comuni del comprensorio. Ma cosa si può fare per arginare questo fenomeno? Il consiglio primario, e anche il più importante, è quello di segnalare subito alle forze dell'ordine ogni movimento sospetto.

Spesso, infatti, si lancia l'allarme su chat WhatsApp o sui gruppi dei social network, segnalando a conoscenti e amici strani movimenti o colpi messi a segno in diverse abitazioni. Per questo occorre che i cittadini siano i primi alleati delle forze dell'ordine. Prima di pensare a scrivere ai conoscenti o a postare sui social occorre chiamare subito carabinieri o polizia affinché possano intervenire tempestivamente.