Ricorso rigettato e contratto firmato: il servizio delle strisce blu a questo punto potrebbe partire già a Natale. Nella giornata di ieri il Tar di Latina si è espresso sul ricorso della Compark che lamentava presunte irregolarità: la società di Varese è stata invece condannata al pagamento di 3.000 euro di spese generali e i giudici amministrativi Antonio Vinciguerra, Antonio Massimo Marra e Roberto Maria Bucchi hanno dato di fatto il via libera alla Publiparking. Sarà, dunque, la società romana a gestire il servizio dei parcheggi a pagamento per i prossimi 8 anni. Sempre ieri si è infatti provveduto alla firma tra la società e il Comune.

Ora bisognerà provvedere a fare il contratto agli ausiliari del traffico e i sindacati mettono in guardia l'amministrazione chiedendo un incontro al sindaco. Verosimilmente il servizio potrebbe ripartire già durante la settimana natalizia, al più tardi subito dopo Capodanno. Per i 35 ausiliari del traffico che dopo circa due anni torneranno a lavorare: il Natale sarà, dunque, meno amaro mentre per i cittadini arriva la stangata.

Con il nuovo bando, gli stalli a raso per la sosta a pagamento salgono a quota 1.802. Sul totale dei 2.058 stalli (compresi anche quelli dei multipiani, quando saranno agibili) ubicati in 46 posti tra vie, piazze e parcheggi della città, ci sarà una stangata per ben 684 stalli, ovvero quelli delle zone centrali di via De Nicola, corso della Repubblica, viale Dante, piazza Diamare, piazza Labriola e piazza De Gasperi dove la sosta costerà 1,20 e non 1 euro come nelle altre zone (e come avvenuto finora). Sale di 10 centesimi la sosta di 30 minuti: 0,60 centesimi anziché 0,50 centesimi, ma così come nelle altre zone della città è prevista la sosta breve, ovvero i primi 10 minuti sono gratuiti e anche al centro l'intera giornata avrà un costo di 12 euro.