Dieci sacchi di rifiuti davanti al negozio ormai da giorni e nessuno li ritira. Accade a una nota attività commerciale, a pochi passi da corso Volsci. Il negozio di grafica stampa manifesti e adesivi e il titolare è uno che vuole rispettare le regole dello smaltimento, ma non sa come. O meglio: nessuno sa spiegargli come fare. Negli ultimi giorni ha accumulato gli scarti degli adesivi, costituiti da una parte di carta impregnata di colore e dall'altra di una sostanza plastica. Scarti impossibili da separare ulteriormente, dunque forse classificabili come indifferenziati.

Insomma, l'uomo ha tenuto per giorni i suoi sacchi fuori dal negozio aspettando ogni mattina che venissero ritirati dalla società Ambiente Surl che gestisce il servizio dei rifiuti in città. Il giorno di raccolta della carta è passato e le buste non sono state prese, come anche nei giorni di ritiro della plastica e dell'indifferenziato.

Ieri il titolare dell'attività ha chiamato la società Ambiente Surl che non ha saputo indicargli cosa fare per sbarazzarsi degli scarti. «Hanno sempre ritirato le buste, stavolta no ha detto Ho chiamato per conoscere l'iter da seguire e mi hanno invitato a differenziare la carta dalla plastica, ma è impensabile, impiegherei una settimana». L'amministratore di Ambiente Surl Ennio Mancini si è personalmente interessato del caso per risolverlo.