La ripresa di Alfa Romeo con l'ottima performances di Stelvio che a novembre ha raddoppiato vendite (+53% rispetto allo stesso mese del 2018) fa subito sentire le ricadute positive sui lavoratori. Ieri la dirigenza aziendale ha comunicato che è annullata la cig per i giorni 9 e 12 dicembre: si lavora regolarmente su tutti e tre i modelli.

Restano invece confermati i due giorni di stop relativi ai prossimi venerdì: 6 e 13 dicembre. Confermati, al momento anche i giorni di stop del 20, 23 e 24 dicembre e la chiusura collettiva di fine anno con ricorso a ferie e par il 27, 30 e 31 dicembre. Salvo ulteriori annullamenti di giorni di cig, saranno quindi cento i giorni di cassa integrazione subiti dagli operai dello stabilimento Fca di Piedimonte nel corso del 2019.

E il 2020 allo stesso modo partirà in salita: il nuovo modello sarà difatti sul mercato solo nel 2021. La crisi occupazionale nell'indotto è, dunque, sempre più forte, anche per questo motivo questa mattina, in concomitanza con lo sciopero francese, il Prc organizza iniziative di mobilitazione in merito ai temi del lavoro e dell'occupazione nello stabilimento Fca.

La giornata avrà inizio con i sindacati e le relative Rsa della fabbrica, a cui è stata inviata richiesta d'incontro, con il fine di approfondire le ultime vicende del gruppo e le eventuali ripercussioni sullo stabilimento e sull'indotto, al termine è stata indetta una conferenza stampa.

Si proseguirà dalle 13 davanti ai cancelli dello stabilimento Fca, per incontrare lavoratrici e lavoratori. Chi ha invece una visione ottimistica del futuro è la Fismic, che in una nota spiega: «L'alleanza con Psa non potrà che migliorare il posizionamento dei marchi Fca nel mercato globale. Nel 2021 sono attese diverse novità previste dal nuovo piano industriale di Maserati con il lancio della versione cabrio della nuova sportiva prodotta a Modena, della nuova generazione della GranTurismo e dell'inedito Maserati D-Suv che sarà prodotto a Cassino.

Per il 2021 è atteso il restyling di metà carriera di Giulia e Stelvio che dovrebbe introdurre diverse novità sia estetiche che alla gamma di motorizzazioni con l'arrivo delle versioni mild hybrid. Per il 2022, invece, il nuovo piano industriale di Alfa Romeo conferma l'arrivo di un inedito B-Suv». 

Intanto la Flmu Cub lancia un nuovo appello sicurezza e chiede agli enti preposti di fare chiarezza sull'episodio di martedì notte nel piazzale reparto "vuoti" dove si sono incendiati due carrelli e parte del capannone con all'interno il materiale logistico.