Nelle prime ore della mattinata, i carabinieri della locale Compagnia hanno dato esecuzione ad una ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP del tribunale di Cassino su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di 2 persone ritenute responsabili, in concorso tra loro, dei reati di lesioni personali, tentata estorsione e rapina. L'episodio risale al 6 agosto 2019, allorquando gli arrestati, al fine di opporsi all'esecuzione di un provvedimento di pignoramento mobiliare di circa 15.000 euro, emesso nei loro confronti dal tribunale di Cassino, hanno adoperato violenza nei confronti del soggetto creditore che è stato malmenato, minacciato ad abbandonato sulla pubblica via.