In un mercato dell'auto che a novembre cresce di circa il 2%, il gruppo Fca arretra ancora. La casa automobilistica italo-americana, infatti, ha chiuso l'undicesimo mese dell'anno facendo registrare un totale di 34.176 unità vendute nel nostro Paese, un risultato che si traduce in un calo percentuale del 4,3% rispetto ai dati raccolti nel novembre dello scorso anno ed in una quota di mercato del 22,7%. Nel parziale annuo, invece, il gruppo Fca fa segnare un totale di 423.422 unità vendute in Italia con un calo percentuale del 10% rispetto ai dati raccolti nello stesso periodo dello scorso anno. Per il gruppo, questo risultato comporta un calo netto della quota di mercato che passa dal 26,3% al 23,8%

L'accelerata di Stelvio
All'interno del gruppo Fca brilla però la stella di Alfa Romeo e soprattutto i modelli prodotti a Cassino. Il Biscione ha chiuso il mese di novembre in crescita registrando un buon +9,93% rispetto ai risultati del novembre dello scorso anno. Nel parziale annuo, invece, il brand continua a soffrire facendo registrare un calo del 42% con meno di 24.000 unità consegnate.
A tenere in piedi Alfa Romeo è lo Stelvio, protagonista di un mese di novembre positivo (+53%). Il Suv si conferma dunque la marcia in più per tutto il marchio e per lo stabilimento pedemontano soprattutto nel mercato italiano.

L'iniziativa del Prc
Rifondazione Comunista in concomitanza dello sciopero francese del 5 dicembre 2019, organizza iniziative di mobilitazione in merito ai temi del lavoro e dell'occupazione, in provincia di Frosinone si svolgerà a Cassino presso lo stabilimento Fca. La giornata avrà inizio con i sindacati e le relative Rsa dello stabilimento Fca, a cui è stata inviata richiesta d'incontro, con il fine di approfondire le ultime vicende del gruppo e le eventuali ripercussioni sullo Stabilimento di Cassino e sull'indotto, al termine è stata indetta una conferenza stampa.
Si proseguirà dalle 13 davanti ai cancelli dello stabilimento Fca, per incontrare le lavoratrici e i lavoratori.
«La scelta di Cassino - dicono gli organizzatori - è una tappa simbolica, ma l'obiettivo è fare un punto sul lavoro in tutta la provincia di Frosinone».