Sgomento e incredulità negli ambienti scolastici a Ferentino, per la morte della giovane maestra degli asili nido comunali, Francesca Petrucci. La notizia del decesso è arrivata come un fulmine a ciel sereno in città. L'insegnante 42enne, abitante nella frazione ferentinate di Porciano con i familiari, è deceduta martedì scorso all'alba in ospedale dopo avere accusato un malore di notte a casa. Non si conoscono ancora con esattezza le cause della morte e molto probabilmente proprio per questo motivo i familiari, affranti dal dolore, hanno richiesto l'autopsia. L'esame necroscopico è stato effettuato questa mattina nell'obitorio di Frosinone, dove la salma resta esposta. In tarda mattinata è stato rilasciato il nulla osta della magistratura per la concessione delle spoglia alla famiglia. Il funerale avrà luogo domani mattina, alle ore 11, nella chiesa del Cristo Re a Porciano. Vi parteciperanno in tanti per l'ultimo saluto a quella persona speciale, come viene definita dalle colleghe di lavoro che vogliono ricordare così la loro adorata Francesca: «Cara Francesca, sei stata per noi una collega esemplare, affettuosa, rispettosa, disponibile, sempre pronta a svolgere il tuo lavoro con grande impegno e amore verso i bambini. Ognuno di noi porterà con sé un tuo dolce ricordo. Il tuo dolce sorriso resterà sempre nei nostri cuori e in quelli dei "nostri" e dei "tuoi" bambini».

Una morte incomprensibile e prematura ha gettato nello sconforto i familiari e gli asili nido comunali di Ferentino: Fantasia, Trilly e La Coccinella. All'età di 42 anni è venuta a mancare la maestra Francesca Petrucci. Insegnava negli asili nido municipali.

Attraverso un post diffuso sui social le operatrici delle tre strutture comunali hanno manifestato il proprio dolore, dando l'addio nel modo seguente alla collega passata a miglior vita, che lascia un buon ricorso di sé: «Oggi per gli asili nido comunali Fantasia, Trilly e La Coccinella è uno dei giorni più dolorosi e tristi. Cara Francesca, sei stata per noi una collega esemplare, affettuosa, rispettosa, disponibile, sempre pronta a svolgere il tuo lavoro con grande impegno e amore verso i bambini. Ognuno di noi porterà con sé un tuo dolce ricordo. Il tuo dolce sorriso resterà sempre nei nostri cuori e in quelli dei "nostri" e dei "tuoi" bambini. Riposa in pace cara amica e collega».

Commovente il ricordo della giovane e brava insegnante residente a Porciano, frazione ferentinate. La maestra si sarebbe sentita male a casa lunedì notte, è stata soccorsa dai sanitari del 118 e trasportata nel nosocomio di Alatri dove è morta nel corso della notte. Non si sa ancora nulla della complicazione fisica o comunque delle cause del decesso. Secondo indiscrezioni questa mattina, nell'obitorio di Frosinone, la salma sarà sottoposta all'esame autoptico o al riscontro esterno evidentemente richiesto dai familiari.

Solo dopo il riscontro medico sarà rilasciato il nulla osta alla famiglia per le esequie che dovrebbero svolgersi forse domani nella chiesa del Cristo Re a Porciano.

di: Aldo Affinati