«Abbiamo paura. All'imbrunire ci chiudiamo dentro come fossimo in assetto di guerra, non possiamo vivere così. Chiediamo l'intervento dell'esercito». Lo hanno ripetuto i cittadini che ieri sera si sono dati appuntamento alla periferia di Sora, il località Vicenne, per invocare un aiuto concreto contro l'ondata di furti che si è abbattuta sulla città. Bambini, donne, anziani, erano in tanti nel piazzale Suor Elena Mattiucci per denunciare, cartelloni alla mano, tutta la preoccupazione per il ripetersi dei colpi. L'altra sera a Isola del Liri Superiore sono stati rubati addirittura tre maiali, mentre a Sora dei prodotti alimentari in un supermercato. E ieri la scena si è ripetuta nella zona della Selva, con un furto messo a segno e un altro sfumato.

«Ci stanno togliendo la tranquillità», ha detto una donna la cui abitazione di Ponto Olmo è finita nel mirino dei malviventi nelle scorse settimane. Presenti per dimostrare la loro vicinanza ai manifestanti alcuni esponenti politici. Il consigliere regionale Loreto Marcelli ha parlato della necessità della videosorveglianza in città per prevenire i furti. Anche il consigliere comunale Fabrizio Pintori, presente alla manifestazione organizzata da un gruppo di cittadini nato spontaneamente, ha espresso la sua vicinanza ai cittadini ricordando che venerdì scorso ha presentato un ordine del giorno e una mozione proprio per chiedere più forze di polizia e l'illuminazione delle tante strade oggi al buio.

Presente, oltre alle forze dell'ordine che sono state ringraziate dai residenti per il lavoro che stanno svolgendo, pure la consigliera Maria Paola D'Orazio. Sono intervenuti anche il consigliere Francesco De Gasperis e il sindaco Roberto De Donatis che ha sposato l'idea dell'impianto di videosorveglianza: «L'amministrazione ha detto interverrà con l'installazione di telecamere nei punti strategici e rifarà tutta la rete della pubblica illuminazione che è obsoleta. Le forze dell'ordine stanno facendo il loro dovere e ci auguriamo che al più presto cisiano anchedei risultatiimportanti rispetto alle attività d'indagine in corso». I cittadini hanno chiesto un consiglio comunale ad hoc sull'allarme furti.