Una notte da incubo per un trentenne di Caira. Era nel suo letto a dormire quando, all'improvviso, è stato svegliato da rumori sospetti che provenivano dal piano sottostante. Così si è alzato e, facendo molta attenzione, è sceso per capire di cosa si trattasse. Tanto lo sconcerto quando ha trovato due uomini nella sua abitazione. I due malviventi, alla vista del ragazzo, sono scappati ma lui li ha inseguiti in giardino dove uno di loro lo ha colpito sferrandogli un pugno al volto.
La coppia è riuscita a fuggire. Sul posto sono arrivati i carabinieri della Compagnia di Cassino coordinati dal capitano Ivan Mastromanno e il personale del 118. Il giovane ha riportato una ferita che è stato necessario suturare con dei punti. Indagini a tutto tondo dei militari.

Questo è solo l'ennesimo di numerosi episodi che si stanno verificando a Cassino e nel Cassinate. In particolare vengono prese di mira abitazioni isolate, nelle ore del tardo pomeriggio. Ma anche a ora di cena, mentre la famiglia si ritrova in cucina o vicino al camino e il resto della casa resta avvolta nel buio. E accaduto che molti inquilini non si siano accorti dei furti se non dopo ore, quando si sono ritirati nelle stanze per andare a dormire. Era da tempo, comunque, che non si registravano furti in abitazione di notte mentre i proprietari dormivano. È scattato l'allarme e i cittadini ora hanno paura: «Già è una violenza trovare la propria abitazione depredata haspiegato unresidente della periferia di Cassino figuriamoci vivere con il terrore che mentre dormi qualcuno ti gira intorno, qualche malintenzionato che potrebbe farti del male o fare del male alla tua famiglia e ai tuoi figli, che potrebbe drogarti o anche di peggio». Occhi aperti e finestre ben chiuse, in centro e in periferia.