Violenza, ora c'è una "rete" di donne che rende sinergico l'impegno delle varie realtà. Una voce unica per rispondere alla stessa emergenza. "A passi di donna" è stato realmente il primo passo in questa direzione con la creazione di un unico sentiero che vede capofila il Comune, in collaborazione con le diverse associazioni che da anni operano sul territorio.

La concretizzazione c'è stata giovedì in sala Restagno, in occasione della giornata internazionale contro la violenza sulla donna. L'amministrazione, tramite l'assessorato alle Pari opportunità, ha dato il via al progetto "Artemisia", un processo di rete tra le varie associazioni al femminile presenti nel tessuto sociale cassinate. L'intento ben illustrato è quello di creare un percorso sinergico che, salvaguardando le specifiche caratteristiche di ognuna delle associazioni coinvolte, contribuisca a valorizzarne gli obiettivi attraverso una proposta costante di riflessione e sensibilizzazione.

La prima edizione del progetto ha avuto come sottotitolo "A Passi di Donna" e vede coinvolte in modo particolare le associazioni Fidapa, Se non ora quando?, Liberazione, Kalimess, Errare Persona, Unicas oltre al supporto di tante altre realtà sensibili al tema. La soddisfazione dell'assessore Tamburrini è stata proprio questa: riunire intorno a uno stesso tavolo realtà che finora non avevano dialogato, per centrare tutte insieme l'obiettivo principale.

Gli eventi
Gli appuntamenti avranno inizio lunedì 25 con l'allestimento del "Posto Vuoto" a cura delle associazioni "Se non ora quando?" e "Lorenzo Saggese" e uno spettacolo-convegno all'aula Pacis, diretto da Elisabetta Magnani; proseguiranno martedì con dibattiti nelle scuole curati sempre dall'associazione "Se non ora quando?, e nel pomeriggio nella sala Restagno dove alle 17 si potrà assistere a un dibattito sulle marocchinate a cura dell'associazione "Errare Persona".

Mercoledì 27, sempre nella sala Restagno, alle 16, ci sarà la presentazione del fondo librario "Il Paese delle donne" a cura della professoressa Fiorenza Taricone e della professoressa Irene Giacobbe, e venerdì 29 la posa della Panchina Rossa e il convegno organizzati dalla Fidapa al Tribunale di Cassino. Tutto terminerà sabato 30 con la manifestazione curata dall'associazione Kalimess e "Se non ora quando".