Muore dopo un malore, eseguita ieri l'autopsia sul corpo della donna di 54 anni - Cosimina Fragnoli - deceduta sabato a seguito di un malessere.
L'esame autoptico, dopo il conferimento dell'incarico avvenuto in mattinata in procura, è iniziato poco dopo le 12 ed è andato avanti per oltre cinque ore. Il medico legale incaricato di stabilire con rigore scientifico le cause del decesso della donna, ha chiesto novanta giorni per i risultati. E ora sale l'attesa per conoscere la verità.

Cosimina, originaria di Sant'Elia, da tutti conosciuta come Mina, aveva raggiunto giovedì scorso l'ospedale Santa Scolastica di Cassino con forti dolori addominali. In realtà lo stesso problema l'aveva obbligata a recarsi la settimana precedente anche dalla guardia medica di Presenzano, dove viveva insieme al marito e al figlio. E dove gestiva un bar di famiglia. Poi la corsa in ospedale, il ricovero nella giornata successiva (venerdì), il trasferimento a Frosinone per due consulti e il malore fatale. Il personale del Santa Scolastica ha provato ogni manovra per strapparla alla morte. Ma il quadro era drammatico.

A presentare una denuncia è stato proprio il marito Walter, noto e apprezzato musicista, che vuole vederci chiaro sulla morte improvvisa di Mina. Anche in ambito sanitario, però, sono stati richiesti degli accertamenti per far luce sulle ultime ore di vita della donna e capire cosa sia accaduto. A dirimere ogni dubbio, saranno i risultati dell'autopsia attesi tra novanta giorni.