Preso di mira dalle minoranze, e cioè i consiglieri Francesco Sordo e Achille Bellucci, è immediata la replica del sindaco Augusto Agostini in merito ai lavori dell'isola ecologica e sullo stato, al momento, della sua chiusura. «Informiamo i cittadini -sottolinea Agostini- che i lavori di ampliamento e messa a norma dell'isola ecologica in località Colle Borano, sono ultimati».

Chiarisce sulle prossime mosse. «È stata inoltrata alla Provincia la richiesta di autorizzazione allo scarico delle acque, indispensabile alla sua riapertura ordinaria. Sappiamo bene che questa struttura è importante per un servizio sempre più vicino ai cittadini. Per questo motivo -continua il primo cittadino- l'abbiamo prima realizzata ed ora ampliata e messa a norma, grazie anche a un contributo della Provincia. Auspicando che la stessa Provincia conceda l'autorizzazione in tempi ragionevoli, che purtroppo non possiamo prevedere».

«Ricordiamo -conclude- che per gli ingombranti è attivo da sempre il servizio di ritiro a domicilio attivabile tramite numero verde. Chi poi vuol far credere che l'abbandono di rifiuti urbani sul territorio è causato dalla chiusura dell'i s ola ecologica, offre solo alibi agli incivili e non fa certo cosa utile al paese ed all'ambiente. In ogni caso, al di là delle chiacchiere, la raccolta porta a porta, i graduali miglioramenti del servizio, isola ecologica compresa, sono, a nostro avviso, fatti di cui si può essere più che soddisfatti».