Ladri in pieno giorno, messi in fuga dai carabinieri. È accaduto sul versante Nord della città dei papi, in località Tufo Ranzani.
Una banda di mariuoli, che con tutta probabilità avevano lasciato l'auto ben nascosta tra gli anfratti della Macchia Navicella, s'erano introdotti in almeno due villette.

Il cancello di ferro appena accostato, con una correggia in plastica che teneva l'anta vicina al pilastrino, attirava l'attenzione di un vicino, che si trovava a transitare nei pressi.

Il 50enne non esitava nel chiamare i carabinieri, e non trascorrevano che pochi minuti dalla telefonata all'arrivo degli uomini del Comando Stazione. In ambedue i casi, i ladri s'erano introdotti all'interno delle abitazioni prese di mira, ma da un primo esame non avrebbero fatto in tempo a rovistare nei cassetti e negli armadi. L'arrivo dei carabinieri aveva fatto fuggire i malviventi, allontanatisi correndo tra i campi fino a raggiungere la stradina che confina con i terreni sui quali insistono le villette prese di mira.

Una piaga, quella dei furti in appartamento, per l'intero territorio. Nella città dei papi, il buon lavoro dei carabinieri ha ridotto di molto il numero dei furti che pure, purtroppo, ancora si registrano.