Continua il dibattito sulla proposta di assegnare la cittadinanza onoraria alla senatrice Liliana Segre. Una donna che rappresenta molto di più del ruolo istituzionale che ha, è il simbolo di un periodo storico che ha cambiato per sempre il mondo e che ha lasciato una ferita profonda, difficilmente sanabile.

Dopo le aggressioni verbali e la decisione estrema di mettere sotto scorta questa donna che è sopravvissuta ai campi di sterminio e alle terribili violenze dei nazisti, in tanti hanno proposto di onorare la senatrice con la cittadinanza onoraria. Tanti Comuni, tante città d'Italia unite dallo stesso desiderio di "ringraziare" questa donna dallo sguardo profondo per essere testimone e portatrice di pace. L'associazione "Cassino Città per la Pace" si è fatta avanti: «Siamo assolutamente favorevoli -ha dichiarato Marino Fardelli, che ha aggiunto- ho sentito l'onorevole Segre via mail una settimana prima della concessione della scorta. Non possiamo che dirci entusiasti della concessione della cittadinanza onoraria alla senatrice Liliana Segre. Questa nostra convinzione si inserisce nel contesto delle iniziative che stiamo portando avanti come Associazione per presentare nelle prossime settimane, in accordo con il Sindaco Enzo Salera e l'assessore Danilo Grossi, l'organizzazione del Viaggio della Memoria 2020. Daremo opportunità ai giovani studenti meritevoli di Cassino, in accordo con ogni istituto scolastico, di partecipare al prossimo Viaggio della Memoria dove anche cittadini, imprenditori, professionisti potranno partecipare. Stiamo definendo le questioni organizzative e non appena ci incontreremo con il sindaco renderemo pubblico con maggiori dettagli questa organizzazione».