Controllo del territorio e della sicurezza stradale oltre che contrastare l'abbandono dei rifiuti solidi urbani, proseguono gli accertamenti da parte della polizia locale. L'intera area della cittadina termale, dal centro alla periferia, è costantemente vigilata dagli agenti della dottoressa Trinti. Ma la novità è che dai controlli emergono non solo dati preoccupanti sul fronte della viabilità con auto che circolano non in regola. E cioè con polizze assicurative scadute, pneumatici non regolari, patenti di guida scadute ma anche continui abbandoni dei rifiuti solidi urbani. Per questo ultimo contesto il sistema di videosorveglianza aiuta e non poco gli agenti della polizia locale.

Infatti sono parecchi gli utenti che vengono scoperti grazie alle immagini registrate dalle telecamere nascoste. Ma nonostante ciò il numero delle persone che abbandona rifiuti cresce sempre più. Basta passeggiare per l'area del Quanto d'Anagni per rendersi conto della realtà dei fatti. La polizia locale controlla, previene e sanziona, ma la mancanza del senso civico da parte di alcuni utenti recita sempre la parte del leone.

Una situazione dura da digerire specie nel periodo estivo quando all'interno delle aree boschive i turisti trascorrono il loro tempo godendo il fresco e passeggiando in maniera spensierata. Gli assessorati competenti con i consiglieri e il comando della polizia locale tanto stanno facendo, ma la maleducazione delle persone sembra avere un passo avanti rispetto a tutti.
Un plauso quindi a tutti gli uffici di competenza che nonostante tutto si attivano per presentare la città nel migliore dei modi.l